uccelli

 

di MERI TEGLIA

 

Vorrei per un momento tralasciare la questione dei criminali del PD che ricorre insistentemente, noiosamente e rivolgere uno sguardo agli uccelli delle ‘sinistre’ che apparentemente dicono di volare alto come aquile, a ‘sinistra’ del PD, ma che di fatto svolazzano girando sempre solo in tondo come piccioni.

Penso che, in attesa delle prossime elezioni europee, sia giunto il momento di dedicare particolari attenzioni a quei partiti o movimenti politici che non hanno niente da invidiare al PD in quanto a mistificazioni.

Mi rivolgo in particolare appunto a tutti quelli che, a sentir loro, si collocano alla ‘sinistra’ del PD e che dicono di portare avanti sacrosante istanze di matrice socialista tipo quelle che mi accingo a descrivere. Risorgimento Socialista, ad esempio, scrive questo sull’annuncio della sua partecipazione alla manifestazione dello scorso 20 ottobre a Roma:

Contro i Divieti di Maastricht alle Nazionalizzazioni ed alle politiche di intervento pubblico in economia ed in campo bancario e finanziario.
– Per ripubblicizzare in toto tutte le nostre grandi infrastrutture di servizio, portanti l’economia nazionale,
– Per rinazionalizzare la Banca d’Italia e almeno una grande banca di interesse nazionale, per ristrutturare nel pubblico interesse il nostro sistema del credito alle imprese produttive.
– Per ricostruire presenze primarie a capitale pubblico in tutte le principali filiere produttive.
– Per riorganizzare una vera politica economica pubblica in grado di riorientare alla pubblica utilità tutto il nostro sistema produttivo.

Tutto meravigliosamente socialista vero? Peccato che queste entità o uccelli, come li chiamo io, una volta eletti, vorrebbero lisciarsi il piumaggio al sicuro, all’interno dell’area europeista sotto l’ala protettrice della chioccia GUE.

Dopo le ultime settimane e le varie reazioni scomposte dei commissari europei al cospetto del DEF e della sua nota aggiuntiva, fino al respingimento di questi giorni da parte della Commissione Europea della Manovra Finanziaria e conseguente ultimatum, mi pare più che evidente (anche un ragazzino lo capirebbe), che i 5 meravigliosi punti riportati sopra, non si possano perseguire stando al sicuro sotto le ali della chioccia.

E’ invece necessario scegliere coraggiosamente di uscire in trasparenza dal circuito europeista e lottare per la sovranità e la democrazia che proprio i poteri forti dell’UE ci hanno tolto.
Non c’è modo di cambiare i trattati dall’interno e Risorgimento Socialista, come tutti quelli che gravitano nell’orbita di Potere al Popolo, lo sanno bene.

Quindi, sarebbe ora che gli uccelli svolazzanti della sinistra, smettessero di fare gli uccelli paduli facendo accozzaglie elettorali e propaganda illusoria per tentare di ottenere il solito vivacchiare istituzionale sulle spalle degli ultimi.

Lo dico sul serio.
Perchè, oltre a non fare gli interessi delle classi subalterne ma proprio il contrario a causa della confusione e delle mistificazioni che in più portano solo voti alla destra, tutto questo non vi fa affatto onore.