sicurezza

 

di UGO BOGHETTA

 

Si stanno moltiplicando le proteste, in particolare degli enti locali, in merito agli effetti prodotti dall’applicazione della Legge in/sicurezza voluta da Salvini.

L’aver circoscritto il diritto alla tutela per motivi umanitari dal resto degli immigrati (cosa in sè affatto scandalosa) comporta l’espulsione da questi centri dei non aventi più diritto. Ciò comporta l’irrompere sui territori di centinaia e migliaia di immigrati senza collocazione. Costoro inevitabilmente andranno ad ingrossare le periferie e le zone dove già la concentrazione di disagio è alta. Sul piano umano, una condizione davvero drammatica.

Questa situazione è la vera falla del provvedimento ed è un effetto voluto.
Una legge ed un Ministro non possono non prevedere la gestione di una situazione prodotta dall’applicazione del provvedimento.

I casi sono due. Il Ministro vuole gettare benzina sul fuoco, ma a questo punto sarebbe anche lui il colpevole, oppure prevede una mossa in un secondo tempo.
Questa non può che essere la caccia al clandestino e la sua reclusione nelle vecchie carceri previste per i migranti ed in nuove carceri da costruire.

Immaginiamo che queste carceri saranno costruite ed anche gestite da privati: diversi dai primi. Del resto non c’è altra soluzione visto che Salvini stesso ha affermato che ci vorrà molto tempo per rimpatriare le tante persone che non hanno diritto.

Rimpatrio e detenzione (in ultima istanza) sono previsti anche dal Global Compact for Migration di cui certuni chiedono a gran voce la firma.

Detto che tutto ciò accade perchè c’è una massa di immigrazione illegale è del tutto evidente che, stante la situazione sopra richiamata, ad una politica di ferma chiusura delle entrate clandestine doveva corrispondere una sanatoria (anche parziale) di chi è già in Italia. Del resto la Lega lo ha già fatto ai tempi del governo Berlusconi.

Poichè così non è, l’intento di Salvini non può che essere quello di americanizzazione della situazione: clandestini per propugnare politiche securitarie e costruzione di carceri per migranti.

Chissà, forse pensa di alzare il Pil in questo modo…