baviera

 

COMUNICATO dell’ESECUTIVO di RINASCITA!

 

Il voto della Baviera così pieno di paradossi avrà effetti su larga scala.

CSU ed SPD perdono 20 punti che vanno ai Verdi, il partito più europeista e aperturista e all’AFD, partito che propone il contrario.

Il risultato si riverbera sulla coalizione CDU-SPD che governa a livello nazionale, ponendola in una situazione di grande difficoltà interna ed esterna.

Già da tempo la Merkel faticava ad avere un ruolo guida nell’Unione. Ora la situazione peggiora di molto.

Anche l’altro attore unionista, Macron, non sta tanto bene. L’Unione è allo sbando e fra qualche mese ci sono le elezioni europee.

Comunque la si pensi, l’implosione dell’Unione-euro è una possibilità concreta.

Bisogna prepararsi. Dall’implosione dell’Unione si può uscire con forme di liberismo-statalismo o con un ruolo diverso dei lavoratori e delle classi popolari verso una gestione pubblica dei fattori economici pricipali orientata al benessere di massa: piena occupazione, rilancio dello stato sociale e della sovranità popolare democratica all’interno di ogni Stato. Ed il controllo dei movimenti dei capitali.

In questo contesto, il socialismo diviene un opzione sempre più concreta.

Ora, stando così le cose, sarebbe opportuna e di buon senso un’uscita concordata dall’Unione e dall’euro verso una Confederazione di liberi stati che coordinano e concordano i propri interessi.

O uscire unilateralmente perché il pericolo ed il caos vengono proprio dall’Unione stessa.